number 174 total views, number 1 views today

PALLAVOLO CIAMPINO – GIO VOLLEY APRILIA 0-3 (16-25; 23-25; 16-25)
PALLAVOLO CIAMPINO: Placidi 4, Cardile, Angradi (K) 5, D’Adderio 9, Zanetti 5, B. Testa, Rampini Ne, Riganelli 3, Di Blasio (L), Onofrj 3, Menna (L) Ne, Chemello Ne, A. Testa 3. All: Stefano Iurescia 2All: Alessio Menna
GIO’ VOLLEY APRILIA: Vendittelli 8, Pellegrini Ne, Brizzi Ne, Massaro Ne, Manciocchi 15, Quercia Ne, Pucci Ne, Rossi Ne, Dassi Ne, Fontana (L), Francescotti 18, Graziani 1, Raduica 6, Campopiano 10. All: Daniele Moretti

CIAMPINO – Altro stop del Ciampino che contro Gio Volley Aprilia incappa nella quarta sconfitta consecutiva, in un 3-0 in cui le ragazze di fuoco hanno comunque dato filo da torcere alla squadra di Moretti soprattutto nel secondo set, sotto gli occhi del pubblico del Tarquini.
Ma la vera notizia è che, nonostante la sconfitta casalinga, Angradi e compagne, complici anche gli altri risultati di questa 24sima giornata, sono matematicamente salve e porteranno continuare a vivere il sogno della Serie C anche per la prossima stagione, obiettivo minimo per cui la Società rossoblù non può che essere soddisfatta dopo il duro lavoro e le molte fatiche nell’organizzazione e nella gestione della stagione.

Ciampino, per la sfida contro le pontine, parte con Riganelli in palleggio e Angradi opposto, Placidi e D’Adderio martelli, centrali Testa e Zanetti, libero Di Blasio.
Le ragazze di fuoco giocano senza pressione e spensierate trovando ottimi spunti con D’Adderio e Angradi e con due ace di A. Testa. Aprilia mostra il suo alto tasso tecnico sfoderando attacchi sopra categoria, ma il campo non dà la stessa risposta che lasciava intravedere alla vigilia la classifica. Almeno non inizialmente, in quanto la partita diventa divertente ed equilibrata. Ciampino non ha nulla da perdere e trova maggiore fluidità nel gioco, ricostruendo su ogni pallone e crescendo su tutti i fondamentali.
Ma basta un niente e i due ace di fila di Aprilia mettono in difficoltà le ragazze di Iurescia che si rifugiano nel primo timeout della partita. La squadra non reagisce e arriva il secondo timeout immediato per le rossoblù che non trovano più una via d’uscita.
Aprilia ringrazia e chiude agevolmente il primo set 25-16.

Secondo set che inizia col botto, col primo scambio della partita, lunghissimo e ricco di bordate continue che le due squadre si scagliano a vicenda, con l’errore finale di Aprilia che fa esultare il Tarquini. Ciampino entra in campo con un’altra impronta e vuole da subito portarsi avanti.
L’avversario, come era intuibile, è una squadra con un ben altro organico (su tutte Francescotti e Manciocchi a tratti inarrestabili) fatto di potenza e tecnica, ma Angradi e compagne ci sono, difendono con le unghie e con i denti ogni pallone e restano in corsa attaccate al treno di Aprilia, trovando anche un prezioso vantaggio sul 14-12 grazie all’ottima prova difensiva di Arianna Testa.
Ciampino sale di giri e si porta addirittura sul +5 sfruttando ancora l’arma del servizio e ancora una incredibile prestazione in fase di muro-difesa. È 21-16: Ciampino è una polveriera, pubblico compreso e le rossoblù alzano il muro (3 muri consecutivi, 2 di Angradi e 1 di D’Adderio) mettendo alle corde la squadra di Moretti.
Dopo il timeout delle ospiti, Ciampino subisce il ritorno di Aprilia che ripaga al servizio con la stessa moneta le padrone di casa, riagganciandole sul 22 pari. Entra Cardile al posto di Riganelli per dare spinta al gioco rossoblù ma Iurescia è costretto ad un nuovo timeout visto il clamoroso vantaggio del Giò Volley. La situazione non cambia e, con enorme rammarico, Ciampino getta alle ortiche il set perdendo 25-23.

Terzo set in cui Ciampino parte in salita, stanca e sconfortata dall’epilogo del parziale precedente. Iurescia corre ai ripari inserendo prima Testa per Placidi e poi il doppio cambio Cardile-Onofrj ma la squadra è disordinata e non ha molte idee da capitalizzare. Iurescia chiama timeout sul 11-6 ma Giò Volley è un cavallo da corsa a tratti incontenibile che allunga notevolmente sulle padrone di casa arrivando al 17-9. Ciampino ormai allo sbando continua a subire gli attacchi di una scatenata Francescotti ma trova la doppia cifra con Zanetti per rendere meno pesante il passivo.
Ormai alle battute finali, la partita non ha molto da dire: qualche sprazzo di Ciampino si vede ancora (su tutti il punto-capolavoro in diagonale stretta di D’Adderio) ma Aprilia è di un altro passo e chiude senza pericoli 25-16 con il muro di Vendittelli.

Partita per due set quasi a senso unico. Aprilia espugna meritatamente il Tarquini ma Ciampino è stata in gara finché ha potuto soprattutto nel secondo set quando ha vanificato un +6 di vantaggio a set quasi in archivio.
Sicuramente con un avversario che ha mostrato una forza fisica e una incisività crescente nei colpi, la squadra ha potuto contenere i danni finchè ha potuto. Le ottime prestazioni di Di Blasio e D’Adderio purtroppo non sono bastate, nemmeno quando è salita in cattedra tutta la squadra con la coralità che ha contraddistinto i bei punti conquistati dalle ragazze di fuoco.
Nonostante la quarta sconfitta consecutiva in campionato, la classifica sorride comunque al Ciampino in quanto, grazie alle battute d’arresto di Virtus e Cassino, le ragazze di Iurescia conquistano ufficialmente la matematica salvezza nel girone B, con due giornate di anticipo. Il raggiungimento dell’obiettivo era nell’aria, vista la bagarre delle ultime 6 posizioni e i continui stop delle concorrenti delle rossoblù, ma con il campionato verso la chiusura, Ciampino può tirare un sospiro di sollievo e concentrarsi sul futuro, scrivendo intanto al meglio i propri titoli di coda di una stagione travagliata ma che ha dato ottimi spunti utili alla conquista della meritata permanenza in Serie C.

Domenica prossima Angradi e compagne andranno a fare visita a Roma Centro, quarta forza del campionato, con l’intento di giocare al meglio delle possibilità in attesa dell’ultima sfida al Tarquini contro la Virtus per salutare il pubblico di casa e la propria stagione.

FORZA CIAMPINO