number 261 total views, number 1 views today

PALLAVOLO CIAMPINO – ASD POOLSTARS VOLLEY 3-1 (25-19; 23-25; 25-19; 25-8)
PALLAVOLO CIAMPINO: Placidi Ne, Cardile 2, Angradi (K) 13, Bracci Ne, Zanetti 8, B. Testa 14, Riganelli Ne, Cresta Ne, Aurigemma 1, Di Blasio (L), Onofri Ne, Rampini Ne, D’Adderio 14, A. Testa 17. All: Stefano Iurescia 2All: Alessio Menna
ASD POOLSTARS VOLLEY: Di Ciommo (L), Giustini 13, Mariuzzo Ne, Braga 1, Culotta Ne, Germini Ne, Fedele Cuiani Ne, Di Fusco 3, Costantini Ne, Ponzi 1, Luwa 9, Spaccazocchi 10, Caropoo Ne, Marra (K) 10. All: Flavia Mola

Ciampino si rialza dopo lo scivolone con Genzano e, non senza qualche patema d’animo, supera la pericolosa quanto imprevedibile Poolstars per 3-1 tra le mura amiche del Tarquini nel Saturday Night della 15sima giornata di Serie C.
Tre punti preziosi quanto obbligatori per cercare di arraffare il più possibile negli scontri diretti della zona calda, per trovare l’allungo e chiudere il campionato in anticipo senza preoccupazioni.
Le ragazze di fuoco hanno dominato, imposto il loro ritmo ma hanno saputo anche soffrire, in alcuni casi in silenzio, lasciando qualche spiraglio di troppo alle avversarie, per poi rialzare la testa e spazzare via ogni dubbio sull’esito dell’incontro.

Ma veniamo al match: è il momento di dare spazio ad un mini turnover per coach Iurescia che schiera Cardile in palleggio e Angradi opposto, martelli B. Testa e D’Adderio, centrali Zanetti e A. Testa, libero Di Blasio.
Il divario tra le due squadre è netto anche con la formazione inedita delle ragazze di fuoco, dove spiccano da subito Angradi e B. Testa per il 6-1 Ciampino.
La reazione di Poolstars non si fa attendere con la squadra di Mola che si porta a -2 sull’11-9.
Ciampino perde lo sprint iniziale e lo smalto e, con la situazione in equilibrio, Iurescia ricorre al timeout per riportare in carreggiata Angradi e compagne.
Le individualità offrono un contributo importante per lo stacco delle rossoblù che mantengono la supremazia nel gioco, nonostante qualche sprazzo Poolstars che arriva da Luwa e Giustini.
Allarme rientrato perché il colpo di grazia lo infliggono un’ottima D’Adderio quasi imprendibile e un’astuta B. Testa, abille nel giocare sul muro avversario.
Ciampino cavalca l’onda e chiude senza particolari preoccupazioni il set 25-19.

Secondo set che inizia sottotono per le ragazze di fuoco, che subiscono troppo il servizio delle biancoverdi e vanno sotto addirittura di 5 lunghezze (11-6).
Dopo il timeout e spinte dal pubblico del Tarquini, Angradi e compagne iniziano a imprimere il loro ritmo, alzando il muro con Zanetti e Angradi e trovando una superlativa D’Adderio a tutto campo.
La situazione torna ad una parità che promette ancora molto in un match delicato per entrambe le squadre, ognuna con le proprie motivazioni.
Poolstars gioca più sciolta e spensierata e ritrova punti per il nuovo vantaggio per le ragazze di Mola. Ciampino resta ancorata all’avversario ma deve inseguire non trovando break vincenti per riprendere in mano il set.
Si lotta senza esclusione di colpi con emozioni e tensione alle stelle sul 23-23. Ciampino soffre troppa pressione, più del Poolstars che non ha nulla da perdere e due errori personali regalano il set alle biancoverdi ospiti.

Nel terzo set le ragazze di Iurescia hanno fame da vendere e tornano in campo con cattiveria e dedizione in un match troppo importante per la stagione.
Proprio per questo però Ciampino si incaglia nuovamente facendo salire l’avversario. La ricezione e la lettura del muro non vanno come dovrebbero e le biancoverdi di Mola recuperano terreno portandosi solo a -2 sul 14-12.
Il muro di rabbia di Arianna Testa e la successiva fast sempre della n. 99 danno il turbo al Ciampino che non fa sconti e chiude in discesa libera 25-19.

Il quarto set è come spesso accade l’evento che spacca o può spaccare una partita, in meglio o in peggio. L’intenzione del Ciampino è chiara: evitare brutte sorprese, specialmente con un avversario sulla carta inferiore ma pericoloso proprio per essere una mina vagante.
Angradi e compagne lo sanno e partono subito con grande tenacia e voglia di concretizzare al meglio le fasi di contrattacco.
Iniziare con un 8-3 è piu che positivo ma vuol dire tutto e niente. Poolstars nel frattempo si vede venir meno idee ed energie per far fronte ad un avversario con caratteristiche tecniche e tattiche superiori.
E sono sempre le stesse protagoniste del match a lasciare il segno (le gemelle Testa e una grande D’Adderio). Si arriva sul 16-8 e, complice la resa anticipata delle ospiti, Ciampino dilaga come un fiume in piena e lascia l’avversario fermo inerme, mentre si prende un set senza storia che chiude una partita importantissima.

Dicevamo importante perché, aldilà dell’avversario fanalino di coda e ormai con un piede e mezzo in Serie D, sono queste le partite più difficili, dove si ha solo da perdere, vista la posta in gioco, gli obiettivi e il proprio bagaglio tecnico. Ciampino ha saputo fronteggiare l’insidia con personalità, quando richiesta, nonostante un non eccessivo stravolgimento tattico di formazione.
Ed è proprio su chi oggi è stato chiamato dal primo minuto a onorare il campo che spostiamo il focus perché le risposte sono state eccellenti. Su tutte le gemelle Beatrice e Arianna Testa, alle quali va un ex-aequo sul titolo di MVP dell’incontro, perché la prima, da posto 4, ha dato completezza su tutti i fondamentali e ha saputo giocare sul muro avversario da veterana, mentre la seconda, ormai titolare inamovibile al centro, ha dimostrato, più di tutte, una crescita esponenziale nel rendimento partita dopo partita, firmando una prestazione eccellente con 17 punti (di cui 5 muri) a referto.
Ormai non fa più notizia menzionare Federica D’Adderio, oggi trascinatrice in molti frangenti del match, ma un grande plauso stavolta va a Valeria Di Blasio, che si è presa tutto posto 5 e ha chiuso con un ottimo 60% di ricezione perfetta, oltre a difendere a viso aperto tutte le bordate del Poolstars.
Il resto del lavoro lo fanno sicuramente capitan Angradi, 14 punti e grande sicurezza in attacco, una pulitissima gestione di gioco di Livia Cardile e il solito contributo prezioso di Zanetti da posto 3 che ha avuto il compito più difficile di marcare l’imprevedibile Luwa.

Prestazione più che positiva, certo non eccellente, ma vista la delicatezza del match, il risultato e l’efficacia sono intanto tasselli da portare a casa sui quali ripartire per permettere di lavorare su ciò che ha funzionato meno in vista di avversari più ostici e con un altra velocità di gioco.
Detto fatto, Ciampino, che sale a 19 punti e, complice il 3-2 tra Genzano e Anguillara, si sgancia ancora di più dalla zona rovente, sarà chiamato, domenica prossima, a fronteggiare l’avversario più ostico che ci sia. Quell’Onda Volley che sta dominando il girone B, nel difficile teatro del Rinaldi ad Anzio.
La squadra di Garzi, imbattuta e a punteggio pieno, non si vorrà fermare e sarà difficile ma non proibitivo il confronto con le biancoblu per Angradi e compagne che hanno dimostrato di sapersi esaltare in battaglie ben sopra le righe.
A prescindere dal risultato, alle ragazze di fuoco il compito e il dovere di giocare senza paura, oltre le proprie possibilità, per trovare quelle motivazioni che faranno crescere tecnicamente e mentalmente per lo sprint finale in cui Ciampino non ha intenzione di andarsene da questa bellissima quando pericolosa Serie C.

FORZA CIAMPINO