number 64 total views, number 1 views today

Vittoria difficile e sofferta per Ciampino che supera Vigna Pia e conquista i playoff con due gare d’anticipo

ROMA – Ciampino suda sette camicie ma vince 3-0 contro Vigna Pia e conquista matematicamente i playoff. Indipendentemente dal risultato di Onda-Marino (vittoria delle Stars 3-2, ndr) le ragazze di fuoco erano chiamate ad una vittoria obbligata per dimenticare Priverno e ritrovare punti preziosi in un match sulla carta semplice ma dal peso specifico importantissimo. Dall’altra parte complimenti a Vigna Pia per l’esponenziale crescita nel gioco e nel rendimento rispetto alla gara d’andata cogliendo più volte di sorpresa Mancone e compagne che in alcuni frangenti del match hanno sottovalutato l’avversario, non giocando la solita pallavolo spumeggiante.

Ancora privo di Angradi, Iurescia schiera Riganelli in palleggio, Mancone opposto, martelli D’Adderio e Di Blasio, centrali Conti e Sette, libero Cresta

L’inizio del match è clamorosamente di marca Vigna Pia che sfrutta l’inefficacia in attacco del Ciampino che non brilla nemmeno in fase difensiva. Iurescia richiama all’ordine le sue atlete con il primo timeout, riscontrando un atteggiamento passivo che non può essere contemplato in partite come questa. Ci vuole concretezza specialmente per questa gara che può e deve confermare le ambizioni della vigilia. Le padrone di casa continuano a dare fastidio al servizio e Ciampino si tiene a galla con i punti di capitan Mancone e Di Blasio.

Le ospiti soffrono tanto ma aggiustano il tiro al servizio con tre ace di Conti che decretano il sorpasso delle ragazze di fuoco. La banda di Iurescia e Menna finalmente ritrova il suo naturale smalto e, spinte dal turno al servizio di Riganelli e da un’ottima Sette da posto 3, si prende il 20-17 che dà la spinta propulsiva per chiudere il set grazie a un errore al servizio di Vigna. 25-20 ma che fatica!

Nel secondo set Vigna Pia continua ad essere la famosa spina nel fianco e Ciampino non riesce a esprimere un gioco fluido e incisivo soffrendo determinate situazioni. Il vantaggio però le ragazze di Iurescia lo trovano e lo gestiscono a dovere, senza alcuna pressione, con le individualità di Conti e Sette da posto 3 e di D’Adderio da posto 2, portandosi anche sul 12-7 e prendendo il largo per allontanarsi dall’insidiosa trappola del gioco delle romane di casa. È Agnese Conti a prendersi la squadra sulle spalle e a dare il turbo al Ciampino che allunga e percorre la strada verso la fine del set in discesa. Iurescia cerca comunque di dare stabilità in difesa e inserisce Cantalini per Di Blasio e gli equilibri cambiano con mattatrice ancora una scatenata Conti. Le ragazze di fuoco crescono tutte nel rendimento e mostrano tutta la qualità che la seconda in classifica può dare e che ha dimostrato di avere finora. E l’asse Riganelli-D’Adderio è un connubio di concretezza e spettacolo trovando il 23-15 che mette in ginocchio Vigna. A chiudere il set ci pensa Riganelli con un imprendibile ace.

Nel terzo set le ragazze di fuoco vogliono premere sull’acceleratore per chiudere al più presto una pratica spinosa. Ciampino marcia a memoria e ogni ragazza gioca per l’altra. La spinta offensiva di Mancone, Conti e Sette si fa sentire e il pallino del gioco è sempre in mano alle ospiti con Vigna comunque sempre pronta a rispondere. Il ritorno delle padrone di casa però è dietro l’angolo e la pressione si fa più intensa. Ora è il momento di dare tutto: Iurescia si affida alla panchina per smuovere le acque inserendo Moresi, Ruocco e Chemello, in quanto Ciampino si complica da sola la vita subendo il gioco di Vigna che incide ancora al servizio mettendo in difficoltà Cresta. Iurescia cerca col timeout di riportare gli equilibri al loro posto ma la benzina sembra esaurita. Vigna trova anche il vantaggio su 22-21 sfruttando l’effetto sorpresa che prende in castagna le rossoblu. Si va ai vantaggi con la tensione alle stelle. Serve un muro di Mancone a dare il primo match point per Ciampino che scaccia la paura e chiude un set bello e dannato sul 28-26

Ciampino soffre, Ciampino vince, Ciampino è ai playoff. La concretezza e il pragmatismo hanno sacrificato il bel gioco e la serenità individuale e di gruppo in alcune situazioni dove sono mancati i fondamentali e i punti di forza delle rosso blu. Ottima la prova delle centrali Conti e Sette, fondamentale il lavoro dei martelli in fase di ricezione e in attacco, giusto il contributo della panchina sempre pronta a dare una mano.

Ciampino vola a 47, 17simo successo stagionale e record personale di vittorie in campionato per le rossoblu, dove, nonostante abbia perso 3 scontri diretti su 4, la squadra di Iurescia ha massimizzato il risultato contro le altre 9 squadre del gruppo, perdendo sì qualche punto nel girone di andata, ma invertendo la rotta al ritorno con 23 punti su 27 totali finora e solo 5 set persi.

Ma non è ancora finita: c’è da blindare un secondo posto per avere un girone più agevole nei playoff con uno sguardo già alle possibili contendenti negli altri gruppi. A Mancone e compagne basta portare a casa 2 punti nelle prossime 2 gare per avere la matematica certezza della meritata seconda piazza. Dopo la sosta per Pasqua, Ciampino ritorna in campo nell’ultima gara in casa della Regular Season il 23 aprile contro l’incognita Cosmos Latina (seconda migliore squadra fuori casa del girone, nonostante le 5 partite da recuperare), un match assolutamente da non prendere sotto gamba dove sarà importante incidere da subito il proprio marchio, contando su un Tarquini gremito di gente per festeggiare il matematico secondo posto e la prima di tante pagine da scrivere nel libro della stagione del Ciampino, per continuare il lungo viaggio verso il viale dei sogni.