number 73 total views, number 1 views today

La sospensione del campionato ha giovato al Ciampino che ha trovato finalmente la chiave della sua crescita in questo campionato, inanellando il quarto successo consecutivo, contro Prometeo fuori casa, con una nuova consapevolezza dei propri mezzi, sfoderando tanta qualità e soprattutto mostrando una crescita nell’incisività e nell’atteggiamento come squadra.

Ciampino sapeva di avere di fronte un avversario tutt’altro che semplice, ordinato in ricezione e insidioso da posto 4, ma ha saputo mantenere alta la concentrazione e dopo un prima parte del primo set equilibrata e in stallo, ha ottenuto l’allungo vincente, sfruttando il netto crollo delle padrone di casa e trovando nella brillante regia di Riganelli, nelle difese di Cresta e D’Adderio e negli ace il bandolo della matassa, portandosi a casa il primo parziale con un netto 25-11

Secondo set che non ha replicato a livello qualitativo quanto si buono fatto nel primo, con Prometeo sempre avanti, complice qualche leziosità di troppo di Mancone e compagne. L’intensità è calata vistosamente, ma partite come queste, si sa, si vincono sul campo, ma anche sui nervi.

Ciampino però non ha perso la bussola recuperando un -6 con personalità, carattere e con intelligenza, riprendendo per i capelli la situazione da grande squadra, seppur sbagliando tanto, ma spuntandola alla fine solo ai vantaggi 27-25

La banda di Iurescia e Menna si è mostrata più lucida a inizio terzo set, non avendo però quel mordente in più per prendere il largo complice la qualità del Prometeo. L’ottima prova difensiva di squadra però ha dato una spinta determinante nell’annullare gli attacchi avversari e trovare il largo per garantirsi il giusto margine per arrivare al traguardo, chiudere 25-15 con un il punto decisivo di Sette dopo uno scambio infinito e portando a casa un 3-0 faticoso, sofferto ma bello ed appagante, fondamentale per la classifica, il morale e soprattutto per le proprie ambizioni che adesso sono tutt’altro che elementari.

Ciampino sta vivendo il migliore momento della sua stagione, trovando il 13simo successo in campionato, oltre ogni auspicio e possibilità, con uno spirito di squadra sempre più affiatato e una qualità e un rendimento tecnico esponenziale.

L’MVP dell’incontro non ha nome dietro la maglietta ma si può tradurre in un fondamentale mai così degno di tale nome: la difesa. Squadra compatta e ordinata nel reparto arretrato, ottimo il lavoro di Cresta e D’Adderio, ma soprattutto importantissimo il contributo dalla panchina di Valeria Di Blasio, autrice di un recupero da manuale nel secondo set. E poi brillante come sempre la regia di Riganelli e la qualità del duo Conti-Angradi da posto 3.

Ciampino vince e sa soffrire, ma a differenza del girone d’andata dove concedeva punti e set di troppo, stavolta ha compreso le proprie potenzialità per garantirsi il meritato secondo posto nel girone C dietro solo  all’inarrestabile Priverno

Archiviata Prometeo, è il momento di pensare a sabato prossimo quando al Tarquini arriverà Marino per un autentico spareggio per la seconda piazza. Un derby che avrà molto da dire e, con questa squadra, con questa verve, con questo animo, il campo sarà il più bel libro dove scrivere questa favola che non vuole fermarsi più.

FORZA CIAMPINO